Iniziativa sulle pensioni
Grazie per le oltre 140.000 firme!
Unisciti al comitato
Di cosa si tratta

Benvenuto!

La previdenza vecchiaia è la parte più importante della nostra sicurezza sociale. Oggi, tuttavia, il suo finanziamento a lungo termine è messo in pericolo dall'invecchiamento della popolazione.

Ci siamo quindi imposti un obiettivo fondamentale: vogliamo salvare le nostre pensioni!

Per raggiungere questo scopo, abbiamo sviluppato un'iniziativa popolare. Questa chiede un'età di pensionamento a 66 anni per entrambi i sessi e un meccanismo che leghi l'età di pensionamento alla speranza di vita. L'intero sistema dovrebbe quindi essere riformato in questo modo e depoliticizzato. Solo così potremo assicurare le nostre pensioni in modo sostenibile.

Scopri di più

Argomenti

Pertanto SÌ all'iniziativa pensionistica

Attualmente, nella proposta "AVS21" è previsto un adeguamento dell'età pensionabile. Noi sosteniamo questo. Tuttavia, se la proposta dovesse fallire, useremo la nostra iniziativa per porre rimedio all'attuale disparità di trattamento. Aumentando l'età pensionabile per le donne di 2 mesi all'anno in più rispetto agli uomini, raggiungeremo un'equiparazione dell'età pensionabile per entrambi i sessi nel 2032.

Finora la Svizzera non è riuscita ad attuare riforme strutturali nel settore della previdenza per la vecchiaia. Quasi tutti gli altri paesi dell'Europa occidentale lo hanno fatto e stanno innalzando l'età pensionabile tra i 67 e i 68 anni entro il 2030 per garantire la previdenza per la vecchiaia. Non stiamo andando così lontano. Ma innalzando l'età pensionabile di 2 mesi all'anno, recupereremo il tempo perduto e raggiungeremo l'età pensionabile di 66 anni entro il 2032.

Poiché viviamo sempre più a lungo, dobbiamo anche lavorare più a lungo per garantire che l'AVS rimanga finanziata in modo sostenibile. Molti paesi dell'Europa occidentale hanno quindi collegato l'età pensionabile all'aspettativa di vita. Nei Paesi Bassi, in Danimarca e in Italia, ad esempio, l'età pensionabile salirà a più di 70 anni entro il 2050. Ma non stiamo andando così lontano. Con la nostra soluzione, l'età pensionabile aumenterà di circa un mese all'anno a partire dal 2033 e sarà di circa 67 anni e 7 mesi nel 2050

Alcuni settori consentono già ai dipendenti di andare in pensione anticipata. Questo continuerà ad essere possibile. Anche senza un accordo con il datore di lavoro, uomini e donne possono anticipare la pensione di uno o due anni. Come oggi, spetta alle parti sociali (datori di lavoro e sindacati) trovare soluzioni adeguate ai settori e alle difficoltà della professione.

La disoccupazione tra gli ultracinquantacinquenni è più bassa che tra i giovani, ad esempio. Gli anziani, invece, sono disoccupati più a lungo. Ma bloccare un aumento dell'età pensionabile a causa di questo problema non è efficace. È più intelligente sostenere le persone interessate, ad esempio rendendo più flessibile l'età pensionabile.

Attualità

Resta sempre aggiornato

50'000 firme raccolte

13 dic 2020

Nonostante la sosta di raccolta e in condizioni difficili, le firme vengono raccolte diligentemente.

Leggi tutto

Andate via!

12 nov 2020

Stiamo raccogliendo le firme per un regime pensionistico finanziato in modo sostenibile

Leggi tutto

Ricercato: 200 miliardi di franchi

7 ott 2020

La Confederazione stima i costi della pandemia di Corona a 20 miliardi di franchi.

Leggi tutto

Fai una donazione

CHF 2250 di CHF 50000raccolti
5% dell'obiettivo della donazione

 Importo

CHF 25
CHF 60
CHF 120
...


 I tuoi dati

 Pagamento